Lipodissolve

LIPODISSOLVE

La guerra alla cellulite e alle adiposità localizzate non conosce sosta. Del resto la richiesta di miglioramenti o di ritocchi aumenta notevolmente di anno in anno.

La metodica più diffusa e più efficace alla risoluzione delle adiposità distrettuali e della cellulite è stata rappresentata, fino a poco tempo fa, dalla liposcultura, tecnica chirurgica che prevede l’aspirazione del grasso mediante cannule collegate ad una pompa aspirante, vero e proprio intervento chirurgico, da eseguirsi in sala operatoria, in anestesia, con un ben preciso decorso post-operatorio che abbisogna di riposo, di determinate precauzioni, di adeguati presidi compressivi (guaine e calze) con un, seppure minimo, rischio chirurgico.

Dai congressi di tutto il mondo arriva ora, per la gioia di tutte le donne interessate, una nuova arma per combattere e vincere queste fastidiose problematiche: si chiama LIPODISSOLVE ed è una vera e propria rivoluzione nel mondo della medicina estetica, efficace come la liposcultura, dolce come un trattamento estetico.

Trae origini dalla mesoterapia, microiniezioni di farmaci allopatici e omotossicologici nel derma, con cui si riesce a risolvere l’inestetismo solo parzialmente, con tempi lunghi e numerose sedute.

Oggi, attraverso studi e ricerche di numerosi medici e chirurghi internazionali, la tecnica mesoterapica è stata modificata. Seguendo una specifica modalità d’infiltrazione nel tessuto sottocutaneo denominata “INTRALIPOTERAPIA“, si iniettano soluzioni difosfatidilcolina e sodio deossicolato, atte a sciogliere efficacemente i grassi. Con questa tecnica intralipoterapica l’infiltrazione avviene tramite aghi specificatamente studiati per questo tipo di trattamenti e la modalità d’infiltrazione richiede pochissimi punti di accesso. Si riesce quindi ad eliminare la cellulite, specie quella associata ad adiposità localizzata, ed il suo caratteristico aspetto della pelle “a buccia d’arancia” e  le adiposità distrettuali in poche sedute, solitamente 4 o 5, dipende molto dalla reattività del soggetto e soprattutto dall’anzianità del grasso.

Tutto questo senza rischi vascolari né danni alla cute, senza cicatrici né avvallamenti, non è per niente traumatica, in quanto non produce alcun sfregamento meccanico all’interno del pannicolo adiposo, come invece avviene con le cannule della liposcultura, efficace in persone di qualunque età favorendo in modo determinante anche l’elasticità cutanea.

E’ sicuramente una metodica innovativa che, grazie a semplici iniezioni per di più indolori, va a stimolare la fuoriuscita del grasso dalle cellule adipose e il suo smaltimento dall’interno, per vie naturali, modificando e migliorando il profilo di addome, braccia, glutei e cosce.

La fosfatidilcolina viene usata in medicina da oltre 50 anni come farmaco anticolesterolo e antitrigliceridi, è una sostanza naturale caratterizzata da estrema sicurezza e da ottima tollerabilità.

La letteratura scientifica internazionale non riporta alcun effetto collaterale di rilievo.

Gli unici effetti post-trattamento, di brevissima durata (24-48 ore, al massimo 72) consistono in un modesto fastidio locale, sensazione di leggero bruciore e talvolta la comparsa di qualche piccolo ematoma nell’area sottoposta a trattamento.

Recenti lavori scientifici riportano risultati positivi nel 98% dei pazienti trattati.

Senza ombra di dubbio è una metodica, la liposuzione, per tutti i pazienti alla ricerca di trattamenti non invasivi per il modellamento del loro corpo.

Particolarmente efficace nella correzione di adiposità distrettuali e di cellulite interessanti l’addome, braccia, interno ed esterno cosce, fianchi e ginocchia. Risultati eccellenti si possono ottenere anche a livello del viso, in particolare nella correzione del doppio mento e delle borse adipose palpebrali. Da tenere ben presente che la LIPODISSOLVE non può essere considerata nel modo più assoluto sostitutiva di strategie dietetiche né tanto meno di esercizio fisico né di altre soluzioni terapeutiche medico chirurgiche nel paziente grande obeso.